“AJUTATEMI” NON RIESCO A FERMARMI!

Oggi, dopo pranzo, ho fabbricato una piccola borsa e un marsupio di juta.
Ho iniziato in giardino e proseguito in spiaggia mentre il tempo faceva quello che voleva.

1 2
E ho scoperto che è rilassante cucire, ancora di più, inventare.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Domani dovrò stampare una nave affondata, ritagliare ed incollare un testo in “fang song”, rovistare l’armadio per cercare abiti bianchi, stanare fiori di lavanda e raccoglierli, da qualche parte, senza farmi vedere. Trovare una scatola in legno, grande quanto un paio di forbici e caricare in macchina uno sconosciuto da riconoscere alla fermata dell’autobus per il suo zaino nero.  Poi, rispolverare melodie del passato in dialetto e cantarle senza paura né vergogna, accompagnata da un organetto improvvisante.
Sembrano le istruzioni di una caccia al tesoro. Qualcosa di simile.

 

caccia

La prima volta che provo un brano con il gruppo è come indossare un vestito nuovo.

Quando i musicisti iniziano a cucire le note entro nel camerino di prova dove il microfono è il mio specchio.

BranoMi guardo, ascoltandomi e magari mi piace e diventa mio.

Qualche volta il capo è perfetto, proprio della mia misura, del giusto colore e che rispecchia il mio umore.

Altre volte ha bisogno di essere sistemato magari solo nell’orlo, sul finale, oppure in vita, nel ritornello o semplicemente nella sfumatura del tono.

E questo shopping musicale riesce a vestirmi fuori e dentro.

Stamattina verso le 11 ha suonato il cellulare di mio marito.
Il numero che compariva sul display era 011 xxxxxx.
Così, dopo una rapida occhiata d’intesa, lui ha risposto alla telefonata, stranamente, con gentilezza.
L’operatore nominando il suo nome e cognome, gli ha chiesto se era lui.
Mio marito prontamente gli ha risposto che no, lui era Ubaldo Chiodini e quello nominato era il suo vicino di casa.
Al che l’operatore era confuso così, mio marito ha cercato di chiarirgli le idee chiedendogli se per caso usavano Word o Excel nelle loro liste di clienti.
L’operatore continuava a non capire.

Ubaldo Chiodini Continua a leggere

TUTORIAL LEGO INSPIRATI DA “THE LEGO MOVIE”

sottomarino

Immagine presa dal web

Tutto è nato da un film: The Lego Movie.
Sinceramente non mi ha entusiasmato per la trama e l’enorme quantità di effetti speciali e rumori.
Ma ha rimesso in moto le rotelle di Zucchetto per creare nuove costruzioni.
Inizialmente voleva comprare il sottomarino della storia (l’unico pezzo non in vendita) ma non trovandolo se l’è realizzato da solo.

Così ci siamo divertiti a filmare dei tutorial dove spiega quello che ha costruito.

Sono piccole cose che, valorizzate, possono farlo brillare della sua luce.

Continua a leggere