Un Radio – Concerto memorabile “A tu per tu con Mariele”

Sono le 16 e seduta al tavolino di un bar faccio le ultime telefonate mentre continuo a scrivere sulla mia agenda magica. All’improvviso sento addosso tutta la responsabilità di quello che ho messo in piedi e mi fermo, realizzo.
Oggi proveremo per la prima volta col coro Vecchioni di Mariele, il Radio – Concerto, un esperimento storico – musicale di cui ho avuto “l’illuminazione” (raccontato nell’articolo “Guardare alto”) in un mattino di marzo. L’idea, quella di fare presentare i brani cantati dai Vecchioni dalla voce di Mariele per aiutare la Basilica di San Francesco a raccogliere fondi per la ristrutturazione. Fin da subito ho trovato la massima collaborazione di Fra Marco Moroni sotto ogni aspetto organizzativo e logistico e insieme abbiamo condiviso ogni visione: dai mille dubbi sulle presenze in un giorno pieno di iniziative a Bologna, ai metodi di divulgazione e ogni incertezza che facesse capolino.
Dall’idea marzolina, ho iniziato a selezionare la voce di Mariele Continua a leggere

Ieri durante il nostro piccolo concerto dei Vecchioni a Montecatone, abbiamo condiviso una poesia, tratta dal libro:
” “Correre … sulle ali del pensiero” scritta da un ospite speciale: Francesco Miceli.
Quest’uomo in seguito a un incidente, vive da anni all’interno dell’ospedale completamente paralizzato.
Mi sono chiesta come possa aver trovato la forza per trasformare la sua condizione di vita da vittima a consolatore… Continua a leggere

57 ANNI IN 20 CENTIMETRI

Nella mia piccola biblioteca sono raggruppate tante storie, dal 1959 al 2016.
Cinquantasette anni in pochi centimetri con un denominatore comune.
Pagine di libri che parlano di persone, favole, numeri, musica, lettere, fumetti.
Persone che ho conosciuto, una ad una anche di sfuggita, attraverso l’Antoniano di Bologna.

Padre Berardo Rossi, uno dei fondatori dell’Antoniano che ha raccontato minuziosamente tanti anni di Piccolo coro, di Mariele Ventre, di Antoniano, di Zecchino d’Oro.
Cino Tortorella, ideatore e presentatore dello Zecchino d’Oro che ancora giovanissimo scrisse un libro di favole.
Sabrina Simoni, direttrice del Piccolo Coro Mariele Ventre, che insegna a giocare con la voce e col pianoforte e ad imparare le tabelline con la musica.
La Fondazione Mariele Ventre che porta la testimonianza di Padre Berardo e di Mariele attraverso la sua intensa corrispondenza e con una biografia.
Marco Fanti, ex corista del Piccolo Coro che ha scritto un manuale memoriale mettendo in luce il metodo di Mariele.
Infine Marco Lui, intervistatore dello Zecchino d’Oro che con leggerezza ha pubblicato un fumetto ironico/giallo sulle selezioni della manifestazione.

Tante persone molto diverse ma ognuna con qualcosa da raccontare.

Questa presentazione richiede JavaScript.

 

 

GLI EFFETTI COLLATERALI DEL CANTICO DELLE CREATURE

Il Cantico delle Creature“, in latino, “Laudes Creaturarum”, è il primo testo della letteratura italiana, scritto da Francesco d’Assisi.
Quando ero bambina “il Cantico delle Creature” era uno dei miei canti preferiti perché c’erano tante voci e parole difficili che sprigionavano bellezza. La cantavo con grande impegno e soddisfazione grazie agli insegnamenti di Mariele, mentre m’immaginavo come fossero personaggi: “il Sole, la Luna, il Fuoco, l’Acqua, la Terra, i Fiori, le Stelle, la Morte…”
Nel 1982 incidemmo con il Piccolo Coro dell’Antoniano diretto da Mariele Ventre, l’album : “Con San Francesco” e lo ritengo uno degli album più preziosi per complessità di esecuzione e contenuti.

Con San Francesco

Con San Francesco

In quel periodo iniziarono le collaborazioni tra Continua a leggere