Bologna la provinciale

photo_2017-10-07_09-01-40Stamattina mentre avidamente cercavo tra le pagine, sono rimasta delusa, quando ho trovato un trafiletto minuscolo tra le pagine del Resto del Carlino che in due parole raccontava la conferenza di ieri con i fratelli Avati a Palazzo Belloni per Bologna Experience. Sul web perlomeno qualcosina in più…
Si sarebbero potute riempire pagine per lo spessore e la varietà dei temi affrontati, anche grazie alle domande del giornalista Andrea Maioli. A conferma del “provincialismo” bolognese che più uno viene da lontano e meglio viene accolto…e credo sia
mancato “l’ascolto” che parte dalle orecchie, sale al cervello, passa per il muscolo cardiaco e si sparge sottopelle. E allora c’è sempre più bisogno di muoversi, di cercare, di toccare con mano, di partecipare e di diventare i protagonisti perchè l’informazione “buona” probabilmente non cattura sulla carta stampata…

Fortunatamente sono riuscita a registrare un aneddoto relativo alla scelta di Katia Ricciarelli nel film “La seconda notte di nozze“, raccontato con la maestria di Pupi Avati…

 

Annunci

TUTTO IL RESTO

La memoria è necessaria per ricordare le cose brutte affinché non si ripetano, così come è necessaria per ricordare le cose belle perché accadano ancora.

Ieri sono tornata a Pieve Santo Stefano, in occasione del concorso Saverio Tutino che raccoglie storie di memoria grazie al mio scritto: “MI MU MA, di Mio, di Musica, di Mariele“, una storia fatta di musica e accudimento, di contraddizioni e famiglia.


E dentro questa storia, resta di spalle Mariele, una piccola donna dalle grandi imprese, prima fra tutte la capacità di inventare uno spazio educativo e musicale a misura di bambino, proteggendone la spontaneità pur richiedendo il massimo da ognuno.
Ed è proprio questo che avrei voluto trasmettere con la mia storia ma come spesso accade, forse, si vede solo lo Zecchino d’Oro e tutto il resto rimane sconosciuto.
Tutto il resto.
Ecco, questo per me, che sono diventata madre, è stato un modello educativo immenso che goffamente ho provato a seguire.

Servivano gli occhi gioiosi e lo sguardo aperto per riuscire a leggere oltre alle apparenze senza necessariamente dover trovare tragedie o brutture. E ringrazio di cuore Ivana, la lettrice che ha scelto il mio diario portandolo nella sezione della lista d’onore, aprendo un varco per la mia storia che in realtà è quella di tanti, tantissimi bambini grati.

photo_2017-09-18_15-31-57

 

UN’ALTRA STORIA

Domani proprio a quest’ora tornerò a Pieve Santo Stefano in occasione del Premio Saverio Tutino che raccoglie più di 8000 storie.
Parteciperò grazie al mio piccolo diario, all’incontro con i diaristi.
Scriverlo è stato bello, faticoso e necessario per scoprire altro di me e per far conoscere altro di Mariele Ventre e del Piccolo coro dell’Antoniano di Bologna dove ho vissuto l’intera infanzia.
Sono contenta di averlo depositato all’Archivio dei Diari perchè così la mia storia potrà essere vissuta da altri rimanendo viva.
Magari un giorno visitando il Piccolo Museo del Diario  la potrete conoscere…

BRAVI RAGAZZI!

Partiti da Fano, le strade erano deserte, l’aria fresca e non sembrava una sera d’estate. Raggiunta Senigallia abbiamo trovato macchine parcheggiate ovunque a conferma che non avevamo sbagliato data, infatti dal 27 luglio è iniziato il Summer Jamboree Festival
ovvero il Festival Internazionale di Musica e Cultura dell’America anni ’40 e ’50.

poster-18_01 Continua a leggere

I PERSONAGGI DI FANO: MIMÌ

Anche quest’anno ho avuto il piacere d’incontrare la signora Serenella che ha smesso di dipingere sassi. Al solito stringeva fiera la sua creatura: Mimì.
E Mimì docile e ubbidiente ci ha dimostrato quanto amore sa regalare alla sua padrona…

E mentre dondola sembra quasi sorridere…

Questa piccola creatura è la cura della sua padrona che già incontrai qualche anno fa…
https://zuccazoe.com/2013/08/08/cura-da-cane/

PENSIAMO UN PO’ ALL’INCONTRARIO?

Oggi corro nel paese di Jiji…

IL PAESE DI JIJI 
Testo e musiche di Andrea Lama e Gianfranco Fasano da:
“c…come cappello”, anno 2017 – © & ℗ 2017 – Fucsia Edizioni Musicali

“…Qualcuno sta impazzendo
c’è già chi tocca il fondo
però se noi pensiamo un po’
soltanto un po’
all’incontrario,
il cielo è qui per terra
non c’è l’effetto serra
restiamo tutti con Jiji…”