LA VIA CRUCIS IN SALITA

Venerdì sono stata per la prima volta ad una processione per la Via Crucis del paese limitrofo.
Dopo cena ci siamo trovati con il gruppo della parrocchia, in una chiesetta in salita e con mia grande meraviglia ha deciso di partecipare anche mio figlio di sua spontanea volontà.
Sotto ad un lampione lampeggiante, l’unico che non rimaneva acceso, distribuivano le parti da leggere.
Io mi ero portata dietro la mia solita curiosità ed osservavo in silenzio tutto ciò che ci circondava. Continua a leggere

LE BOMBONIERE DELLA CRESIMA

Domenica ci sarà la Cresima di Zucchetta e anche questa volta abbiamo fatto le bomboniere in casa.

I materiali acquistati sono:
tulle colorato
bottoni di legno
filo di cotone
ciappetti di legno da bucato

confetti!

Sono molto semplici ed economiche.

Questo slideshow richiede JavaScript.

I SUOI CINQUE GIORNI

Ieri mattina abbiamo accompagnato Zucchetta ad un ritiro con la parrocchia di cinque giorni.

Questa è la sua prima “vacanza” senza noi, se non conto la settimana al mare che trascorreva dai miei fino a qualche anno fa.
Pare strano, parlando con le persone, che una bimba, hem…”ragazzina”  di undici anni non abbia ancora dormito in giro ma a me, sinceramente sembra giusto così. Forse la sua fame di mondo dipende anche da questo. Perché conquistarsi la libertà è tutt’altra cosa che averla senza nessuno sforzo, nessun desiderio.

Continua a leggere

TISANA ALLA LIQUERIZIA E GRANDI DOMANDE

Stamattina eravamo soli io e lui a colazione, uno di fronte all’altra.
Mentre sorseggiavamo la nostra tisana lui mi ha chiesto: “Ma tu credi nella reincarnazione?”
Domanda difficile. Un attimo.
Gli ho risposto: “Io credo che le persone possano rimanere vive nel cuore degli altri se sono state buone.
Ma no, io non credo alla reincarnazione perché credo in un Dio.”
Lui: “No io un po’ ci credo! Chissà mia nonna in chi si è reincarnata…forse in uno squalo?”
Io: “Perché proprio uno squalo?!”
Lui: ” Boh, è il primo animale che mi è venuto in mente!”
Io: ” Allora perché non un gatto?”
A quel punto gli si è illuminato il viso pensando al suo di gatto e ha urlato: “PEPE!!!”
Poi ci ha ripensato: ” Ma lui è un maschio e la nonna una femmina”
Io: “Bè, non credo che conti il sesso in questo genere di cose”.

Quindi è corso dal gatto e ha iniziato a chiedergli: “Pepe sei tu la nonna? Pepeeee sei tu la nonna?”
Poi è tornato entusiasta dicendo che si, Pepe è la nonna perché col muso gli ha detto di si.

 

photo_2014-09-19_09-39-31

 

 

Lui ha tutte le sue teorie sugli animali, la più frequente quella che i cani gli fanno l’occhiolino.

Così ho seguito il suo ragionamento e gli ho fatto notare che in effetti il gatto è molto legato a papà (il figlio della nonna…).

Poi l’ho accompagnato a scuola.

Stamattina il Don ha parlato di “spine”.
Diceva che noi abbiamo la possibilità di scegliere. Possiamo attaccare “la spina del Mondo” oppure scegliere “la spina di Dio”.
La prima è intesa come quella delle cose materiali, la seconda come quella della spiritualità, dell’amore.
Ho chiesto a Zucco, secondo lui, come si deve fare se si vogliono attaccare tutt’e due.

Lui è andato nella sua cassetta degli attrezzi e mi ha portato la risposta.

 

20140126-123559.jpg