Carta straccia

Ho trovato una panchina al sole e ne ho approfittato per svuotare la borsa. Le chiavi di casa, un bigliettino da visita rosso, gli occhiali a fiori, le cuffiette, monete, una conchiglia, il portamonete, un portafoglino di stoffa e un pezzo di carta. Un biglietto del parcheggio ripiegato in una barchetta storta. Un ritaglio di carta che ho tenuto tra le mani durante un attesa. Un rettangolo che piegavo con finta calma producendo delle linee. Ogni linea una specie di calmante seppur minimo. Quindi quel biglietto ora non é più un pezzo di carta ma parte di qualcosa.

LE ONDE OLTREMARE DI LUIGI MARZO

Ieri pomeriggio siamo capitati al Magazzino del sale “Torre” di Cervia.
Casualmente era l’ultimo giorno in cui l’artista Luigi Marzo esponeva la sua mostra.
Il titolo: “Oltremare” è un viaggio attraverso il mare e le onde emozionali che porta con sé.

Locandina Continua a leggere

PRIMO GIORNO DI PROVE A SHANGHAI

Avevo puntato la sveglia alle 8 ma dormivano tutti così bene che mi sono girata dall’altra parte e ho proseguito fino alle 10.


Avevamo programmato un giretto nei dintorni ma la necessità di recuperare il fuso orario era prioritaria.

Scesi nel salone della colazione siamo stati gli ultimi, vagando tra una portata e l’altra, indecisi tra cereali, sushi, uova, paste, frutta e qualsiasi cosa si potesse desiderare. Continua a leggere

44 MAMME IN FILA PER 6 CON IL RESTO DI 2

Oggi è il mio compleanno.
Non credo si possa desiderare di più di così.

Una poesia.

MAMMA SEI LA MIGLIOREPoesia

Mamma sei come panna
quando ti abbraccio
sento il tuo forte braccio che mi stringe
quando lo sento mi innamoro contento
mi innamoro felice
come una rosa vivace
che vuole splendere e sorridere
tutti i gatti sono matti di te
perché sisaliva una alta pianura rocciosa

che si sente alta, forte e rigogliosa
questo è quello che provo pertenerezza
scrivilo nel quore* con tanta leggerezza.

*licenza poetica…!

Un disegno. Continua a leggere

I DISABILI CREATIVI

Oggi Zucchetta è andata in spiaggia poco prima di noi per incontrare i suoi amici.Una volta raggiunta, l’abbiamo trovata seduta sotto ad una tettoia con un gruppo misto di bambini.

Con loro, ho notato subito due ragazze che giocavano con colori e sabbia. Così mi sono fermata e dopo aver visto le loro t-shirt uguali, le ho chiesto chi fossero. Mi hanno spiegato che forniscono un servizio di animazione domenicale alla spiaggia. Dopodiché hanno chiesto a Zucchetto se anche lui voleva unirsi al gruppo e così io e Zucco siamo andati all’ombrellone da soli.
Nel tragitto ho espresso il mio parere che Zucco ha pazientemente ascoltato nonostante ne fosse già a conoscenza. Ma con la sua lucidità mi ha tranquillizzata dicendo che i nostri figli non hanno questo tipo di problema e che un po’ di diversità non gli avrebbe fatto male.

Continua a leggere

LIBERE MENTI ARTIGIANE

Ieri pomeriggio abbiamo fatto un giretto a Senigallia.

Tra il marasma di bancarelle per tutti i gusti, in una zona ristretta, a sé stante, ne ho trovate di veramente originali.

Esponevano pesci su sagome di legno con patchworch di stoffe variopinte, spille, pendagli, flipper, borse fatte con i giornali e tante altre piccole meraviglie fatte a mano.

Ho trovato anche l’ispirazione (questa volta suggeritami da Zucco!) per creare dei pendagli con i bastoncini di legno.

E guardando bene ho scoperto che facevano parte di un’associazione di artigiani, denominata “LIMA”.

Continua a leggere