Modelli di “Barbie”a cui ispirarsi?

Lo ammetto, la Barbie mi è sempre stata antipatica e l’unica che ho amato era la Skipper forse perché con un semplice gesto del braccio cresceva come avrei voluto crescere io…ma la Barbie proprio no con quella faccetta perfetta, il fisico mozzafiato e tanti capelli lunghi e biondi!
Ma i tempi cambiano e anche i produttori di giocattoli, che sono più attenti alle esigenze dei bambini di oggi (o ai genitori, bambini di ieri?). Quindi s’inventano le Barbie intelligenti, quelle colte, quelle sportive, quelle grasse, quelle basse e i Ken normali perché i bambini possano avere dei riferimenti più realistici cui potersi ispirare.
Nella nuova linea di Barbie che uscirà domani, in occasione della festa della donna, troviamo: una “Prima Ballerina”, una “Campionessa di Scherma”, una “Campionessa di Ginnastica Artistica”, una “Modella Curvy”, una “Campionessa di Pallavolo”, una “Chef di fama mondiale”, una “Artista indimenticabile”, una “Regista”, una “Matematica e Fisica alla Nasa”, una “Campionessa di Box”, una “Aviatrice e Pioniera”, una “Capitano della Nazionale femminile italiana”…
Lo slogan finale: “Puoi essere tutto ciò che desideri”.

Quindi lo standard della bellezza è stato sostituito dalla professione.
Manca ancora una cosa: “la normalità“…

Annunci

SOCIAL-MENTE UTILE

Tempo fa mi sono intrufolata in una lezione aperta nello studio televisivo dell’Antoniano, dove si parlava di video, tv, social e molto altro. Tra i vari argomenti (che spaziavano dall’inquadratura del soggetto, allo spessore di un cavo) mi ha colpito il messaggio sui modelli da non seguire! Finte e facili vite ci vengono proposte ogni giorno su YOUTUBE, Facebook, Instagram come fossero la normalità dove ragazzi giovani magri, belli, ricchi, abbronzati e sorridenti, condividono la loro quotidianità tra mille “casualissimi” sponsor. Il pubblico più ingenuo e influenzabile non s’immagina nemmeno quante persone esperte lavorino dietro a questi video amatoriali.

Così, ho maturato due idee.

La prima è che qualcuno dovrebbe utilizzare questa moda, al contrario, appassionando il pubblico alla semplicità dei comuni mortali, lasciando che si rispecchino e s’immedesimino, passando il messaggio che l’unicità rende speciali e liberi.

La seconda riflessione riguarda l’uso dei social che credo siano un’ampia forma d’espressione.
Per me, postare pensieri, rileggere episodi e riguardare foto diventano una specie di coscienza riflessa.
Io lo consiglio.

IL DIFETTO TI FA BELLA

Giovedì sono stata dal parrucchiere, dopo mesi di assenza.
Finalmente ho sistemato il taglio ed il colore.
Nell’attesa tra un colpo di sole ed un riflessante, ho osservato le modelle del salone. Quelle fotografate in tutti i vari cartelloni pubblicitari. E anche se mi stavo “facendo bella”, non avrei mai potuto raggiungere quel livello.
Ma ormai dovrebbero capirle queste cose i vari pubblicitari, gli esperti di bellezza e di marketing.
Non si può continuare ad avere modelli di bellezza irraggiungibili.
Sarebbe giusto e sensato che ci fosse una svolta.

Mi piacerebbe che la bellezza fosse colta “nel difetto”, “nell’imperfezione”, “nella semplicità”.
Mi piacerebbe che molte più donne facessero pace con la loro unicità.

Solo ora, a distanza di 24 anni, mi rendo conto di quanto fosse “all’avanguardia” Siusy Blady, con il suo concorso di “tap model”….e tra parentesi in quel libricino faccio capolino anch’io…!!!!!

 

20140314-234514.jpgTAP

INGLESE CON GLI INTERESSI

Una volta i papà andavano a lavorare e non gli avanzava molto tempo da dedicare ai figli.
Oggi, per amore o per forza, mi sembra che i papà siano molto più partecipi alla vita famigliare.
Vuoi per l’apparente parità dei sessi, vuoi per il lavoro, ci sono.
Credo che questo possa essere un valore aggiunto per i nostri figli che potranno avere entrambi i modelli.
L’altro pomeriggio Zucco ha aiutato Zucchetto nei compiti d’inglese.
Doveva fare degli esercizi ascoltando un cd.
Dal giardino sentivo le loro voci ed era bello.
Mi è piaciuto vederli lavorare insieme e Zucchetto era molto contento.
Questo è un grande arricchimento che di certo maturerà i suoi interessi.

 

20130818-233059.jpg