SOFFIAVO MAGIA

Uscendo dal solito modo di pensare, ribalto la situazione e sono io che ieri sera, in occasione del Concerto Spirituale, avrei voluto applaudire al pubblico perché ho potuto fare uscire un po’ di anima insieme alla musica.
Cantare ed essere ascoltati ha in sé qualcosa d’inspiegabile, una forma d’espressione celestiale.
Anche se la chiesa era mezza vuota, per me era stracolma, considerando che alcune amiche sono venute apposta ad ascoltarmi. Una mi ha regalato un sorriso, una stupore, un’altra una conchiglia.
E mentre le note riempivano la piccola chiesa, io soffiavo magia, muovevo la bocca e le note diventando sospesa sola e luminosa, in quella meravigliosa dimensione del canto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...