VALORE 44

Alla soglia dei 44 è inevitabile farsi delle domande e tante e faticose.

Perché finché ci si trova dentro al vortice delle cose da fare, le energie si impiegano per la centrifuga.
Ma appena si rallenta, arrivano.
Ed io alla mia età mi sento come se non avessi combinato granché.

Perché oggi il valore delle persone si misura con la professione che esercita, con il conto in banca che ha, con le cose materiali che è riuscito ad accumulare.
Io quindi, ho ben poco, se non un mutuo infinito e un auto a noleggio.
Ma non è questa la mia vera preoccupazione.

La maggior parte delle mie energie e del mio tempo, le ho utilizzate per crescere i miei figli, senza risparmio, né sconti. Perché non c’è scusa che tenga ed il tempo, è l’unico veramente onesto: è uguale per tutti. E la favola del “tempo di qualità” l’hanno inventata per sedare i sensi di colpa delle mamme, costrette a lavorare.

Loro

E nonostante tutto, sono soddisfatta . Quando penso a loro da grandi, li immagino due brave personcine.
Ma ciò che mi infastidisce è questo sento d’inutilità che a volte mi coglie.
E a volte fatico a capire il mio valore perché ciò che ho scelto di fare non si vede né si tocca.
Quindi anch’io mi faccio influenzare da questa convinzione.

Poi però mi rispondo che rifarei ogni cosa.

Annunci

49 Comments

  1. ti confesso un impressione fulminea all’apertura di questo post.. nella foto in basso mi hai ricordato un sacco Elisa… la mia concittadina famosa…

    poi non so se questo sia da considerare un complimento o meno… ad ognuno la sua empatica traduzione..

  2. per quel che conta, secondo me, per un genitore sentirsi di rifare tutto ciò che ha fatto è un risultato enorme… che non garantisce il futuro dei propri figli ma che garantisce a te stesso di non aver buttato del tempo e di aver investito ogni secondo per la cosa che per te, genitore, vale più di qualsiasi altra al mondo, cioè i tuoi figli…

  3. Non lasciarti influenzare mai. Hai cambiato il mondo. I tuoi figli e chi verrà dopo di loro lo cambierà e lo farà facendo germogliare tutti i semi che tu hai seminato nel loro sentire con la tua presenza. Il valore delle persone per me non ha nulla a che vedere con la professione e non lo dico per retorica. Le migliori persone che conosco sono disoccupate pensionate o con lavori umilissimi e spesso senza ostruzione. Il che mi ha fatto perisno dubitare dlela cultura come sinonimo di qualità della persona. Figuriamoci la professione!

  4. La tua “inutililità”è quella di tanti. Tante, le cosiddette persone silenziose alla ricerca di un perché e un percome. E intanto il loro pensiero prende forma e intanto tu cresci e dai, porgi alla vita la tua maternità. Voluta, contemplata, a fatica vissuta, a volte con leggerezza, a volte pesando e soppensando le tue azioni e la tua vita stessa, in nome della LORO. Se ti pare poco, se ti pare poco, avere un senso così grande in questa esistenza…

  5. Il senso di insoddisfazione assale anche me molto spesso.
    Ho fatto del mio meglio?
    Errori ne ho certamente compiuti, per questo dico che rifarei tutto… tranne gli errori! 🙂
    Però le conquiste più grandi le ho ottenute con fatica: laurea, lavoro, casa, moglie e figlio. Queste ‘conquiste’ mi danno fiducia sul fatto di avere agito senz’altro con tenacia e con obiettivi ben precisi.
    Credo che anche per te possa valere lo stesso, per cui nonostante i nostri dubbi, sappi che dando il meglio di te stessa hai senz’altro dimostrato il tuo enorme valore da brava 44enne.
    Ciao ZZ.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...