LA VIGILESSA DEL PESO

C’è una linea invisibile e fragile che separa l’anoressia dall’obesità. Credo che soprattutto se si ha una figlia femmina, sia molto difficile rimanere nel mezzo, dove risiede l’equilibrio.
Mia figlia adora mangiare fin dalla nascita e anche il suo rapporto con il cibo trasmette piacere.

Perché fin da quando era piccola, sono sempre stata molto attenta a non considerare il cibo un’arma di ricatto né una consolazione ma semplicemente un nutrimento.

Ancora adesso sono irremovibile sul dover sempre consumare la colazione (anche solo due biscotti) e la frutta a tutti i pasti (anche solo due prugne secche).

Ma adesso bussa alla porta l’adolescenza e con essa tutti i modelli imposti dall’esterno.

 
Così diventa complicato frenarla quando si lascia travolgere dalla golosità, quanto lasciarle mangiare ciò di cui ha voglia.
Un paio di volte ha parlato di “dieta” visto che durante l’estate è cresciuta di qualche chilo.

Io le continuo a rispondere che “dieta” inteso come alimentazione sana è giusto ma non come “eliminazione di pasti o alimenti”!

Poi appena mangia qualcosa che le piace se ne dimentica.

Ma un’altra considerazione importante è che non praticando nessuno sport (a causa del coro), ogni giorno cammina per due chilometri, fondamentali per la sua salute.

E intanto cresce forte e sana ma io resto vigile.

Annunci

12 Comments

  1. come sai non ho figlie femmine ma sono certo che sia un qualcosa in cui il genitore deve prestare molta attenzione.. a nome dell’immagine e del giudizio esterno si fanno un sacco di cavolate e i media non aiutano di certo ad usare il cervello…

    a tutto questo ci si abbina il fatto che lo sviluppo fisico di un adolescente non è sempre così facilmente pronosticabile e si fa presto a perdere la giusta ottica…

    sicuramente non è facile ma nonostante questo io credo che tua figlia parta già con una buona base di equilibrio, nel senso che sei una persona che non lascia le cose al caso o al tempo e sono certo che lei colga questo tuo approccio alla vita, che le tornerà sicuramente fondamentale come punto d’appoggio.. 🙂

  2. Ciao ZZ.
    Mio figlio non sta minimamente attento a ciò che mangia, e chiedendo ai genitori dei suoi amici è un fatto che contraddistingue un po’ tutti i ragazzi della sua età.
    Diverso per le ragazze, che iniziano a vedersi, piacersi, confrontarsi.
    Mio figlio per fortuna è di cosituzione normale, ma il rischio pancetta è sempre in agguato e io cerco di farlo mangiar sano, spesso purtroppo non riuscendoci.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...