MIMOSE OGNI GIORNO

Mio marito cucina, fa la spesa, pulisce casa, fa la lavatrice e qualsiasi altra faccenda, con normalità.
E molte donne si stupiscono, quando sono io a stupirmi di loro.

Spesso esco la sera per cantare nel coro o nel gruppo o uscire con la mia amica o per le tante cose che ho voglia di fare.
E molte donne si stupiscono, quando sono io a stupirmi di loro.

Quando usciamo io e mio marito per fare la spesa o in un negozio di casalinghi, le commesse si rivolgono a me e quando rispondo che è coinvolto anche lui, si stupiscono, quando sono io a stupirmi di loro.

Perché non sono la mimosa o il mazzo di fiori a rendere una donna importante ma “le stesse cose” che ogni giorno ci si spartisce.

Io la Festa della donna la festeggio ogni giorno.

CRESCERE UNA FEMMINA LIBERA

Credo che la libertà sia la forma più alta dell’amore ma per raggiungerla serve autostima.La piratessa

Quando è nata mia figlia, ho realizzato che per crescere una femmina, occorreva un’attenzione diversa e che era un’occasione unica e irripetibile per cambiare qualcosa.

https://zuccazoe.wordpress.com/2012/07/15/maschi-e-femmine-da-subito/

Infatti, una femmina fin da piccola, deve capire il suo valore che non può essere semplificato alla bellezza.
Ma questa consapevolezza può crescere con le esperienze che prova sulla sua pelle. Continua a leggere

FIDUCIA RITROVATA NELL’UMIDITÀ BOLOGNESE

Ieri sono stata a digiuno di parole.
Per tutto il giorno ho cercato di ricomporre tutti i pezzetti della giornata di venerdì.
Una di quelle giornate in cui le emozioni si accavallano senza tregua.
Prima l’esperienza di conoscere dal vivo una ragazza, restauratrice d’infanzia.
La meraviglia nella scoperta di una semplicità così in discesa da farti correre…
Lo stupore di guardare due occhi così chiari e profondi con un’attrazione pari ad una calamita.
Una confidenza subito trovata come se tra noi non ci fossero distanze.
Un susseguirsi di discorsi così pieni e così difficili da fare con la gente che s’incontra. Discorsi di ogni tipo.
Nessuna frase di circostanza ma solo puro interesse reciproco.
Nessun imbarazzo ma solo spontaneità. Al di sopra di qualsiasi aspettativa.
E le ore sono passate in un soffio in mezzo a gioia, umidità bolognese e speranza.
Quando si conoscono persone simili, si riacquista fiducia nel genere umano.

20131006-123031.jpg

LA GUIDA IN PRESTITO

Giorni fa, parlavamo di amici e nemici.
Bella questa distinzione! Quando si cresce non si fa più…
Gli raccontavo che qualche volta può succedere che un nemico si trasformi proprio in amico.
Lui mi ascoltava perplesso.

Quest’estate in un mercatino al mare abbiamo comprato una guida usata di carte Yu-Gi-Oh!
Il padre del ragazzo che la vendeva, ci raccontava quanto suo figlio ci fosse affezionato da bambino!
È stato un vero affare e oltre alla guida c’era una sorta di passaggio del testimone di attaccamento a quella guida.
È diventato uno dei suoi oggetti preferiti.

Ieri, uscito da scuola, l’ho visto con i miei occhi… proprio a lui, uno dei suoi nemici più grandi, gli ha prestato la sua guida Yu -Gi – Oh! con mille raccomandazioni.

Arrivati in fondo al viale mi ha detto:
“Sai mamma, avevi ragione! siamo diventati amici”.

Sono rimasta stupita sia per l’ascolto ai miei racconti che per la generosità del prestito.
C’è sempre da imparare…
Io il mio cellulare non lo presterai mai a nessuno…

 

20121109-093510.jpg