L’ENNESIMA MORALE DEL CANTAESOPO

Avevo tre, forse quattro anni quando ascoltavo le canzoni del Cantaesopo del 1973 con le musiche del Maestro Giovanni Bruno Martelli e le voci del Piccolo Coro dell’Antoniano diretto da Mariele Ventre. Il disco raccoglie 13 favole di Esopo cantate e narrate, dove, i protagonisti sono degli animali che insegnano una morale grazie alle loro storie. Pillole di saggezza.
Sola nella mia camera, ascoltavo a ripetizione il disco, infilandomi nelle fiabe e finendo ora in uno stagno e subito dopo nella casa di un contadino. Le voci erano di bambini che conoscevo, poiché mia sorella cantava nel Piccolo Coro prima di me. C’erano Cristiana, mia sorella Barbara, Arcibaldo e tanti altri ma la mia preferita era Luciana.

La voce di Luciana

Continua a leggere

L’ITALIA LINDA ALLO JUNIOR EUROVISION SONG CONTEST

Pochi giorni fa ho scoperto il concorso musicale: ” Junior Eurovision Song Contest” che si è svolto a Malta, nato nel 2003, nonché il più grande in Europa, organizzato, come il festival degli adulti dalla EBU, European Broadcasting Union.
I partecipanti erano ragazzini dai 9 ai 14 anni con precedenti esperienze canore e coinvolti nella stesura del brano, quindi inedito,  cantato nella lingua del paese d’origine.
Lo slogan 2016 “Embrace”,rappresentava i valori della rassegna: connettività, diversità, creatività e rispetto.
Lo show è stato trasmesso in diretta su Rai Gulp e la giuria era composta da adulti, bambini ed esperti del settore. La guida spiega ogni dettaglio.
Quest’anno per l’Italia ha partecipato Fiamma Boccia, ex solista del 56° Zecchino d’Oro con la canzone “Ninnaneve”, presentando il brano: “Cara Mamma (Dear Mom)” interamente firmato dall’Antoniano di Bologna.
La canzone è quella che ogni mamma vorrebbe sentirsi dedicare dalla propria figlia…
Mi ha commosso il video dove madre e figlia sono separate da un vetro e si guardano quasi come se una si vedesse riflessa nell’altra. Continua a leggere

LE PROVE IN STUDIO N1 

Oggi è arrivato il pomeriggio tanto atteso, quello che preferisco: il giorno delle prove in studio. Ogni anno i miei figli non mi anticipano nessuna delle canzoni dello Zecchino, né si sbilanciano sulle loro preferenze, così mi accontento dei pezzetti che sento di sfuggita durante le prove nella scuola. Pezzetti solo di contralti poi insieme ai soprani.
E finalmente mi sono seduta nello studio di tegistrazione, in una delle posizioni più furbe, alla destra del palco, pronta ad ascoltare per la prima volta tutte intere, le dodici canzoni del 59 Zecchino d’Oro.

59-18= 41 come gli anni che sono trascorsi dal mio primo ingresso Continua a leggere

LA MUSICA DELL’ADOLESCENZA

Ma quante volte io e la mia amica l’abbiamo ascoltato. Fino a consumare la cassetta.
Canzoni dal sapore dolce e amaro piene di aspettative, paure, amore dentro a quella ragazzina che le viveva nei suoi pensieri.
Le parole, immaginate nella testa come scene di un film in uno strano gioco mnemonico.
Ricordi pieni di emozioni contrastanti nella camerina del fratello della mia amica, quello che non faceva mai il letto.
Stasera eccolo, in cucina che canta, ancora le stesse.
Ogni volta che sento quelle canzoni mi ricordo della mia adolescenza.

20140219-231505.jpg