IL DOPO ZECCHINO FRANCESCANO

Da quattro anni a questa parte, dopo lo Zecchino d’Oro si svolgeva una festa nella mensa dell’Antoniano per bambini e genitori. A seguire, un’aggregazione di piccoli cantori, affezionati, animatori e spettatori nel cinema. Alle 22 spegnevano le luci di tutti i riflettori e ognuno se ne tornava a casa propria.
Era un’occasione d’incontro tra tutte le persone coinvolte con lo Zecchino d’Oro.
Purtroppo però, la mensa può accogliere solo un certo numero di persone che negli anni sono aumentate fino a rendere ingestibile la situazione, compromettendone la sicurezza.

Il primo Zecchino cui partecipò mia figlia, confesso che rimasi basita dall’accoglienza ai coristi, dopo la trasmissione: un corridoio di persone ad applaudirli, pari a dei piccoli divi. Ma in un coro si è in tanti ed è impossibile condividere tutto.

Con San Francesco Continua a leggere