IL MIO PORTONE

Passano gli anni, cambiano le persone le cose e i luoghi.
Ma per una malinconica come me, per fortuna, qualcosa rimane a coccolare alcuni ricordi.
Quando passo davanti a quel portone penso a papà.
Ogni tanto quando con la mamma eravamo in centro, passavamo a fargli una sorpresa.
Il grande portone in ferro dava maestosità a quel posto.
La scalinata era lunghissima e ricordava quella delle fiabe solo che a salirla eravamo noi, per andare dal nostro principe.
Sommerso dalle carte il nostro principe in camicia azzurra ci salutava con gioia, con la sigaretta appoggiata.
A quell’ora c’era solo lui in ufficio ed io non capivo il perché.
Stavamo pochi minuti ma era bello.

Quel portone mi apre tutte queste immagini.

20130221-215707.jpg

Annunci