TRADIZIONE ESTIVA

Come ogni estate che si rispetti, ieri sera io e gli zucchetti siamo stati alla partita di calcetto annuale.
Zucco partecipa piu o meno settimanalmente ma essendoci la scuola, l’unica occasione per andarlo a vedere è in estate.

Le partite si svolgono in un centro sportivo a Bologna dove ho passato tutta la mia adolescenza.
Nonostante vari cambiamenti, la struttura non è stata stravolta con mia grande gioia.
Passeggiare lì dentro è come tornare indietro nel tempo.

Per una magica combinazione di elementi, Zucco ha giocato benissimo.
Un po’ per i nove chili abbandonati e un po’ per gli spettatori annuali!
Ha fatto delle parate mirabolanti, tuffandosi com’è nel suo stile.
Io non sono nemmeno riuscita a giochicchiare con il mio tablet, tanto era avvincente.
Finita la partita, due signori hanno fatto i loro complimenti a Zucco dicendogli che aveva giocato meglio di Buffon!!!
Noi tre di là dalla rete ci siamo divertiti, grazie anche a una lista di nomignoli che abbiamo assegnato ad ogni giocatore.
Il nostro idolo: “Buffonglifaunbaffo”,
poi c’erano il simpatico “Sputacchione”, “Gambette corte”, ” Obelix”, “Testino”, “Vecio”, “Frankestein”, “Napuletano”, “Elfo” e per finire “Folata maleodorante”.

Come vuole la tradizione gli Zucchetti hanno mangiato il gelato, sono saliti sulla locomotiva antica e si sono addormentati in macchina.

È bello che Zucco coltivi questo divertimento anche per la ballotta con cui dopo si va a bere una birra in allegria.

20130621-163255.jpg

20130621-163301.jpg

20130621-163308.jpg

20130621-163319.jpg