MODELLO LE SPRECISE IN JUTA “GENIAL”

Ho preso tre fili nelle gradazioni del viola, che tanto piace a mamma. Ne ho creato uno unico per dare un effetto “violato“. Poi ho cuciti tanti punti e persino una scritta con un gioco di parole: “GENIAL” che in realtà prende spunto dal soprannome di mio madre:  Geny. La “elle” finale è appositamente sfilacciata per dare più movimento  alla lettera.
Mentre cucivo gli ultimi punti, in spiaggia, un bimbo chiacchierone mi parlava di pesci incredibili e dinosauri senza quasi prendere fiato. Poi continuava a dirmi che le mie borse erano bellissime perché sono tutte colorate e con le scritte. Una vicina d’ombrellone, incuriosita da tutto quel mio cucire è venuta a guardare e mi ha proposto di venderle ad un mercatino….

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

 

NUO

È successo che avevo comprato tre rotoli di filo di juta da 35 metri l’uno e gli ho finiti.
Finito il filo, finito il gioco del cuci e inventa.
Invece, grazie a questa mancanza mi è venuta l’idea di sostituire il filo di juta con della lana. Mia mamma ha gomitoli di ogni gradazione di colore e così è iniziato un nuovo gioco. E grazie ai fili colorati e alle perline in legno rimaste, oggi ho fabbricato: “Nuo”, una borsetta colorata da frange e cuciture.La bretella all’uncinetto mi ha costretta a rispolverare gesti di milioni di anni fa.
Quindi anche facendo borse ho imparato qualcosa.
Dove c’è mancanza, la fantasia riempie.

L’ho sfoggiata in una serata in tinta…