L’ELETTRICISTA A PRANZO

Stamattina è venuto l’elettricista a finire un lavoro per il riscaldamento.
È anche un cliente di mio marito quindi si barattano dei lavori.
Oggi è rimasto a pranzo come due settimane fa.
Questa volta ha mangiato e chiacchierato di più.
Tra una parola e l’altra è nata una conversazione sulla famiglia.
Mi ha raccontato molte cose che a me piace ascoltare.
Mi piacciono le storie che nascono in ogni famiglia e probabilmente le persone se ne accorgono.
Forse avvertono questo ascolto incondizionato e parlano, parlano, raccontano.
Poi cambia qualcosa e da semplice conoscente diventi “una persona” a cui raccontare qualcosa.
Ascoltare è una dote che sta scomparendo.
Ognuno di noi è così concentrato su se stesso e sui propri affari da non avere spazio per altro.
Altro, in realtà è anche se stessi, perché spesso ritroviamo pezzettini di storie che ci appartengono anche in quelle altrui.

20121130-225331.jpg

LA GUIDA IN PRESTITO

Giorni fa, parlavamo di amici e nemici.
Bella questa distinzione! Quando si cresce non si fa più…
Gli raccontavo che qualche volta può succedere che un nemico si trasformi proprio in amico.
Lui mi ascoltava perplesso.

Quest’estate in un mercatino al mare abbiamo comprato una guida usata di carte Yu-Gi-Oh!
Il padre del ragazzo che la vendeva, ci raccontava quanto suo figlio ci fosse affezionato da bambino!
È stato un vero affare e oltre alla guida c’era una sorta di passaggio del testimone di attaccamento a quella guida.
È diventato uno dei suoi oggetti preferiti.

Ieri, uscito da scuola, l’ho visto con i miei occhi… proprio a lui, uno dei suoi nemici più grandi, gli ha prestato la sua guida Yu -Gi – Oh! con mille raccomandazioni.

Arrivati in fondo al viale mi ha detto:
“Sai mamma, avevi ragione! siamo diventati amici”.

Sono rimasta stupita sia per l’ascolto ai miei racconti che per la generosità del prestito.
C’è sempre da imparare…
Io il mio cellulare non lo presterai mai a nessuno…

 

20121109-093510.jpg