Arcibaldo, i Trusti e gli Zappelli

Ieri sera c’è stata la prova generale del coro dei “Vecchioni di Mariele” per il concerto che ci sarà domenica allo Zoomarine. Sorpresa delle sorprese abbiamo recuperato Arcibaldo che a parte il continuo brusio del suo vocione, si è messo sotto a studiare per entrare nel coro. Era da tempo che ci speravo e quando ho smesso di crederci è accaduto!

photo_2018-07-20_18-32-05.jpg

Nascosti dietro al praticabile abbiamo provato l’entrata iniziale mentre Luciana ci sgridava ricordandoci la perfezione dei bimbi del coro.. ma eravamo in troppi, tutti stipati, così, mentre Massimo parlava sorridente al telefono, abbiamo riprovato entrando dalla porta della scuola ma il risultato è rimasto disastroso. Lorenzo, scelto come presentatore, urlava le frasi del copione con una voce stridula che sembrava posseduto. In effetti poco dopo ho capito che lo era, posseduto, dall’imbarazzo di non essersi preparato. Io pian piano ribollivo perché il copione scritto non veniva seguito mentre all’impronta abbiamo deciso di inserire anche Luciana nel ruolo di maestra bacchettona (che le riesce benissimo!) e Giacomo (nel ruolo del secchione) che con la sua aplomb infonde sicurezza. E mentre tranquillo diceva di ricordarsi sicuramente la data di un riferimento, Luciana lo contraddiceva dicendogli che l’avrebbe certamente dimenticato come per le quattro parole della canzone quando canta “volevo un gatto nero”…

photo_2018-07-20_18-28-40 (2)

Abbiamo ripassato le parole delle canzoni nuove (tipo Nanní e qualche frase ostica dei medley) e anche in quel momento ho rivissuto un ricordo di milioni di anni fa, quando a gruppi, ripetevamo i testi senza musica, sotto lo sguardo vigile di Liliana.Poi Luciana cercava di trovare dei gesti che ci ricordassero certe parole che si confondono (tipo “le code attorcigliate con quelle dritte dritte”) e semplificava frasi con dei ragionamenti logici (tipo S.S.S “Se dal Suono può sembrare Spaventoso”) tra una canzone e l’altra. Ma la sua espressione facciale dello “spaventoso e del curioso” era identica anche se quando gliel’ho fatto notare mi ha chiesto se avrei voluto andare io al suo posto!!!
Tra una canzone e l’altra sfruttavo Riccardo come tecnico video visto che, come Antonella (che canta in mille cori) era venuto alle prove pur non partecipando al concerto. Intanto Angela scriveva nella chat che il concerto andrà benissimo come da copione visto che la prova non prometteva granché…Tiziana sottolineava che domenica dovremo avere TUTTI le scarpe bianche mentre Paolo faceva il somaro con i suoi balletti. Cristina mi ricordava di chiedere a tutti per il prossimo impegno, io e Betta ci spalleggiavamo per le parole della “banda dello zoo” e Luciana cercava un sostituto per quando lei non riesce ad esserci. Zoomarine - Home - Google ChromePoi abbiamo deciso che l’anteprima del concerto allo Zoomarine sarà “Il caffè della Peppina” visto il post promozionale su Facebook.
Insomma, tante cose, come sempre. Tanta confusione ordinata. Tante voci in una.
Alla fine  è andata, anche se il copione è certamente da ripassare per una buona improvvisazione, soprattutto in base al pubblico che avremo.
Dopo le prove alcuni di noi hanno fatto tappa da Agnese per stare un po’ in compagnia e i “trusti e gli zappelli” sono stati l’argomento finale della serata, giusto per chiudere in bellezza…

 

 

 

Annunci