ATROFIA CREATIVA

Ogni volta che i bimbi sono a casa per qualche giorno, si ripresenta il problema.
Perdono l’abitudine ad annoiarsi.
Tutte le loro attenzioni sono rivolte a televisione e videogiochi.
Qualsiasi altro gioco ha meno attrattiva per loro, qualsiasi.
Così ci si ritrova a dover cronometrare i momenti tecnologici perché da soli non possono gestirseli.
Il giorno di Natale ho provato a lasciarli liberi e non hanno fatto altro, nonostante i regali ricevuti.
Questo è un problema della maggior parte dei genitori di questa generazione.
Molti ne sottovalutano gli effetti, rimandando il problema.

Ma focalizzarsi solo su questi giochi, atrofizza fantasia e creatività.

D’altra parte non si può nemmeno vietarli perché sarebbe peggio.
Quindi ci troviamo tra il passato ed il futuro con grande fatica a mantenere un equilibrio.

2 Comments

  1. E’ proprio difficile.
    Tutte queste tecnologie ci stanno schiacciando. Bambini, ragazzi, ma anche adulti!
    Ovunque siamo abbiamo sempre il cellulare in mano. Alla fermata dell’autobus, sull’autobus, davanti a scuola mentre aspettiamo i nostri figli, dal dottore, nell’intervallo di un film o di uno spettacolo…..insomma ci accompagna sempre. Noi adulti per mandare messaggi, controllare Facebook…..i ragazzi molto più per giocare.
    E’ una comodità che si è trasformata in un vizio e non ne possiamo fare a meno o così ci sembra.
    Poi ci sono i tablet, i pc, i Nintendo, la Wii, la psp, la play station e chi più ne ha più ne metta!
    Insomma la nostra vita gira attorno a queste macchine. Sempre più difficile è dosare il tempo da dedicare a queste. Sempre più difficile è staccare i ragazzi.
    In casa nostra ci sono regole e non si superano certi tempi ma sembra davvero che senza queste macchine non sappiano più cos’altro fare.
    Condivido in pieno che tolgono fantasia, creatività, dialogo. Vero è che stimolano la mente ma la dipendenza non va bene.
    Ci troviamo tra il passato e il futuro. Siamo in un presente così diverso che fatico ad accettarlo e mi trovo spiazzata e in contraddizione tra quello che penso sia giusto e quello che inevitabilmente devo concedere ai miei figli.
    È proprio un mondo diverso, nuovo, migliore o peggiore? Chissà……..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...