Chi ascolto?

Il sentire e il pensare non sempre combaciano. Se dovessi ascoltarli tutti e due farei almeno la metà delle cose!

Annunci

Lo so

Sette anni fa.

Sette anni fa leggevi il tuo racconto fantastico lasciando tutti a bocca aperta per la maturità del testo. Una dote che ti appartiene e che ancora utilizzi ma non per un concorso di scrittura.. riesco a fissarti solo mentre dormi perché il mio sguardo ti é fastidioso. Guardo lei e guardo te, fiduciosa in quello che hai dentro.

Dicono che gli animali abbiano un “sesto senso”.
Oggi il gatto sembrava sentire il malessere di Zucchetto.
Gli girava intorno, lo annusava, gli stava vicino, lo guardava.
A un certo punto gli si è seduto dietro con nostra meraviglia.
Una piacevole scoperta.

20140129-225850.jpg

Oggi è entrato in casa, all’improvviso, in sala, sul divano, nel nostro primo pomeriggio di vacanze natalizie.
Ha colpito Zucchetta, con una forza che proprio lei non si aspettava.
Subito dopo l’ho abbracciata chiedendole se ora, finalmente, poteva capirmi.
Perché quando arriva, ti devi arrendere.
Non puoi nasconderti perché tanto ti trova e ti colpisce ancora più forte.
Sto parlando del “colpo musicale”, una sorta di grande forza che ti fa “sentire” la musica anche col cuore.
E quando questo accade, puoi veramente iniziare a goderne.

Stavamo ascoltando un cd natalizio del coro e a un certo punto è arrivata la canzone n.10.
Quella che Zucchetta aveva imparato alla materna.
E mentre la bocca iniziava a deformarsi dal sorriso al pianto, ha confessato che le ricordava quando era piccola.
Soffriva e gioiva al tempo stesso, come solo la musica può riuscire a fare.
Ed era proprio la mia più grande speranza, quella di farle capire quante emozioni possa suscitare la musica.
Ed è proprio il più bel regalo natalizio che potessi ricevere…