Più o meno a quest’ora, l’ora giusta.
Luci soffuse in un locale di Bologna.
In tutto ci saranno al massimo venti tavoli, che sono il giusto numero per non montarsi la testa.
Dopo qualche sorso di birra e una passata di lucida labbra, posso iniziare a cantare

https://dl.dropboxusercontent.com/s/ud9nyi4v289fukp/La%20Ragazza%20di%20Ipanema%205c.m4a?dl=1&token_hash=AAG5oGY_rYPqbm02ylJCV9smdIb3HjeBNh0084g-joRm3A

DIETRO LE QUINTE

Stare dall’altra parte del palco, è meraviglioso.
Il profumo e lo scricchiolio del legno, la prospettiva diversa, la tensione.
Oggi mi sono goduta questa posizione tra una prova e l’altra.
Mi sono chiesta quando mi ricapiterà e mi sono data della scema per non aver mai ascoltato un desiderio così forte.

 

20130610-223725.jpg

20130610-223732.jpg

20130610-223740.jpg

20130610-223748.jpg

20130610-223754.jpg

20130610-223800.jpg