OCCHI AL CIELO

Arrivando all’Antoniano, ho fatto un incontro ma non un’incontro qualsiasi…perchè ad aprire la porta c’era Liliana Caroli che con la sua voce squillante mi salutava allegra. Oggi faceva la portinaia, ieri accompagnava i solisti e domani…chissà! E raccontandomi di quando si mise a pulire lo studio televisivo per l’arrivo improvviso di un gruppo di persone, mi ha fatto ricordare quel motto che Padre Berardo ripeteva allo sfinimento: “Non lavoriamo per l’Antoniano. Siamo dell’Antoniano”.
Quando ero piccola questa frase mi faceva alzare gli occhi al cielo per la noia, ora me li fa alzare per dargli ragione….

ONORE ALLA MEMORIA

21192871_10212000728207793_4978722804565699296_n
L’8 settembre 1989 mentre a Pieve Santo Stefano s’inaugurava la “lista d’onore” per il concorso Saverio Tutino, io avevo 17 anni.
Lavoravo come apprendista commessa in un negozio del centro di Bologna. Nella foto sembro contenta, perché a quell’età ero convinta di esserlo. Finalmente non avevo più il peso della scuola, dei miei genitori che mi rimproveravano per i brutti voti e improvvisamente acquisivo indipendenza economica! un sogno per una 17enne che amava la moda, la musica e la libertà!  Oggi riguardando quella foto ho mille rimpianti di un’adolescenza sprecata a piegare maglie invece che a sfogliare libri e ad uscire con gli amici. E se non sono riuscita a viverla in quel tempo, è successo in seguito, quando, di tempo ne avevo. Così sono tornata a chiedermi chi ero, che cosa mi piaceva e che cosa sapevo fare. Oggi, all’età di 45 anni l’ho capito e aver raggiunto la “lista d’onore” di un concorso di scrittura, è una luce di speranza sul mio futuro. Scrivendo la mia storia ho ritrovato la mia identità, acquisito la consapevolezza che mi ha indicato una direzione.
La direzione della memoria…

21314628_10212041512347371_1707665546589562635_n

Memoria, scrittura e consapevolezza sono diventate direzione