CINQUE GIORNI DI GIOIA

Oggi c’è stata l’ultima prova in studio.
Domani avrà inizio il 58° Zecchino d’Oro e con esso un nuovo capitolo della storia musicale.
Il Piccolo Coro “Mariele Ventre” dell’Antoniano di Bologna, canterà “in diretta” su Rai 1 tutte le 12 canzoni partecipanti nello studio televisivo, in replica alla sera su Rai Yo Yo.
Le persone coinvolte sono tantissime: dai solisti ai genitori, dai tecnici ai presentatori ma la tensione maggiore, dovranno sostenerla i piccoli cantori,diretti dalla meticolosa Sabrina, che dovranno diventare una sola voce sorridente ricordando tutte le parole. E far parte di una diretta significa respirare un’aria molto densa…Nessuna pausa e possibilmente nessun errore.

Perché imparare 12 canzoni in neanche tre mesi, non è una passeggiata, così come sostenere una diretta televisiva. Infatti nella vita di un bambino di oggi, come per noi adulti, il tempo non è mai abbastanza. E devono andare a scuola, fare i compiti, giocare, andare a catechismo, vedere qualche amico, fare una corsa al parco e tante altre piccole cose.

Ma l’impegno del coro richiede tempo e costanza, tempo da sottrarre a molte altre cose. Così s’impara a scegliere, a sacrificare qualcosa, ad impegnarsi.
Perché l’attività del coro prosegue tutto l’anno tra concerti, registrazioni e lezioni. Ma molte persone non conoscono quanto lavoro esista dietro a tutto ciò.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Quindi, quando qualcuno associa il coro ai soli 5 giorni dello Zecchino, non si rende conto di quanto lo sminuisca.
Infatti, per fare qualcosa d’importante non si deve necessariamente apparire in televisione ma molti danno valore al coro solo perché tuo figlio è andato in televisione senza domandarsi in che modo sia arrivato a cantare così.
Mi piacerebbe che ascoltassero anche solo le prove dal vivo per rendersi conto della musica che riescono a fare.

Quindi, piccoli miei, vi auguro cinque giorni di soddisfazioni e gioia, tanta gioia di cantare.

Annunci

2 Comments

  1. Nessuno pensa che lo ZdO si riduca a miseri 5 giorni di diretta.
    Così come un’attività teatrale non si riduce alle 2 ore di spettacolo, o la partita di calcio ai 90 minuti dell’incontro.
    Dietro, in ogni cosa, c’è sempre un duro allenamento.

    In bocca al lupo a tutti voi, buon divertimento.
    Ti vedrò inquadrata in mezzo al pubblico?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...