IL PAPÁ DEL CORO

Martedì sera c’é stata la presentazione di un libro, in ricordo a Padre Berardo, uno dei fondatori del Piccolo Coro dell’Antoniano.
É morto lo scorso giugno ma io non lo vedevo da chissà quanto tempo.
Ho capito che era risentito del fatto che io e mia sorella quando uscimmo dal coro, tagliammo il cordone.
Mi vergogno quasi a dirlo ma a livello umano non mi ha mai comunicato granché .
Aveva un tono di voce noioso e la sua unica caratteristica simpatica erano i nomignoli che attribuiva ai bambini. Ricordo che faceva sempre insinuazioni proprio sul bambino che non mi piaceva ma in realtà io piacevo a lui…
Un particolare che mi é tornato in mente, é quel suo gesto che aveva: infilava bigliettini dentro il saio, facendoli passare dal collo.
Ma da adulta, ho scoperto che custodiva enormi ricchezze. Ha scritto libri, testi incantevoli ed era un critico e chissà quante altre cose.
Girava sempre per i corridoi della scuola e qualche volta presentava anche dei concerti.
Era un personaggio di un certo spessore. Da quello che ho capito era anche il manager che si occupava di ingaggiare il coro nelle varie trasmissioni o manifestazioni.
Come se non bastasse, era un preciso archivista che annotava ogni cosa.

Pare che il suo posto l’abbia preso Frate Caspoli.
Non lo conosco perché non c’é mai infatti non era nemmeno presente all’evento.

Il coro ha cantato due canzoni nella Basilica di S.Antonio, a seguire altri due cori, Cristina D’Avena ed un soprano.

Io non sapevo dove stare e questo senso d’inquietudine mi ha accompagnata per tutta la serata.
Da una parte delle panche, c’era il mio presente: i genitori del coro;
Dall’altra, c’era il mio passato: qualche ex del coro o genitori di ex.

Era strana questa mescolanza che non mi dava una posizione.

I bimbi dopo aver cantato mi hanno raggiunta e poco dopo Zucchetto si é addormentato steso su due sedie.

Ho rivisto “il frate matto” che ci rincorreva nello studio televisivo tra una canzone e l’altra;
Ho rivisto la Pia e mi é tornato in mente il suo ufficio in legno scricchiolante;
Ho rivisto Luigi che masticava elastici;
Ho rivisto due coppie di genitori ed uno non mi ha riconosciuta!
Ho rivisto il nostro mitico presentatore: Mario Cobellini che mantiene una bellissima voce!
Ho rivisto sua figlia che frequentavo anni fa per l’asilo.
Ho rivisto Gina Basso.
Ho rivisto Maria Antonietta.
Ho rivisto Popoff.
Ho rivisto il presidente che ha fatto una delle sue promesse…

E mentre da una parte c’era il passato, dall’altra c’era il presente.

É stata una serata piacevole anche se dentro di me mancava mia sorella…

20140626-235222-85942689.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...